martedì 5 marzo 2013

Ottenere più visite grazie ai contenuti multimediali è possibile?

La rubrica Universo Scrittura oggi approfondisce un tema piuttosto importante per chiunque si occupi di contenuti web: la multimedialità. Insieme cercheremo di capire cosa si intende con questo termine e perché è così rilevante prestare attenzione ad esso.



Multimedialità dei contenuti

Occuparsi di contenuti web significa strutturare le informazioni in modo tale che il proprio target di riferimento le possa trovare utili, complete e interessanti. Un compito assolutamente complicato che, come sappiamo, richiede una buona dose di preparazione e approfondimento. Oggi questo si traduce non solo nell'attenzione verso contenuti tradizionali, ma anche verso tutta una serie di risorse multimediali che coinvolgono l'utente rendendo la nostra informazione chiara e dettagliata.

Per puntare sulla varietà dei contenuti come leva per stimolare i lettori e le visite possiamo pensare di articolare i nostri post seguendo logiche più dinamiche e versatili. Oltre alle regole di base per la redazione di un buon contenuto web, infatti, dobbiamo considerare che in rete gli utenti vanno alla ricerca, sempre più spesso, di materiale che possano consultare velocemente e in modo efficace.

Quindi se brevità e chiarezza sembrano essere due dei requisiti fondamentali di un testo, oggi mi sento di fare un ulteriore passo avanti consigliandovi di arricchire i vostri contenuti sfruttando risorse multimediali, come video, presentazioni, immagini, tabelle, file audio e infografiche.

Perché la multimedialità dei contenuti è importante

Puntare sulla multimedialità dei contenuti è un'ottima strategia che ci consente di sfruttare le potenzialità di queste risorse per ottenere benefici non solo in termini di qualità, ma anche di visite. Vediamo insieme i 5 vantaggi derivanti dall'utilizzo dei contenuti multimediali che ho individuato.

Pubblicare contenuti multimediali è utile perché:

  1. permette un maggiore approfondimento del tema trattato;

  2. coinvolge il lettore, stimolando l'interazione con esso;

  3. ci consente di sperimentare nuove forme di comunicazione e di verificare quali hanno maggiore presa sulla nostra nicchia;

  4. ci aiuta ad intrattenere l'utente, sfruttando canali diversi;

  5. è una buona strategia per variare i contenuti del nostro sito o blog.


Come rendere multimediali i nostri contenuti web

Come ho accennato poco sopra, rendere multimediale un contenuto significa impiegare diverse strategie di comunicazione per approfondire la notizia. In sostanza, si tratta di accompagnare il materiale scritto con risorse differenti. Quali? Proviamo a stilare insieme una breve lista.

  • Immagini e fotografie
    queste sono certamente le prime risorse a corredo di un post. Come abbiamo detto anche in questo articolo, esse hanno la funzione di illustrare il tema principale e di attrarre il lettore. Se vogliamo, però, queste possono anche essere sfruttate per spiegare alcuni punti, insomma per rappresentarli visivamente in modo chiaro ed immediato.

  • Presentazioni
    Le presentazioni, come quelle di Slideshare per esempio, ci permettono di approfondire alcuni aspetti dell'argomento che stiamo trattando senza annoiare il lettore e, allo stesso tempo, di offrire un contenuto fruibile in maniera differente e, quindi, più stimolante. Possiamo pensare di linkare materiale reperito in rete – prestando la dovuta attenzione al copyright – oppure di creare noi stessi delle presentazioni da offrire come risorse gratuite ed aggiuntive ai nostri lettori. 

  • Tabelle e grafici
    Anche se non amo molto questa tipologia di materiale in funzione della sua freddezza, credo sia importante tenerla in considerazione. Soprattutto in post più tecnici, nei quali il supporto di dati specifici può aiutare l'utente a comprendere meglio la materia di cui parliamo.

  • Infografiche
    Una passione per molti, queste sono rappresentazioni che uniscono dati, tabelle, mappe e grafici per illustrare un argomento specifico. Oggi se ne trovano moltissime in rete (a tal proposito vi consiglio di dare un'occhiata all'apposita sezione sul blog di Michele Papaleo) e sono utili spunti da cui partire per costruire post di approfondimento interessanti.
  • File audio
    Utilizzare file audio permette di integrare i propri contenuti, offrendo al lettore approfondimenti volti a suscitare una maggiore empatia. Anche su QuiCopy ne ho fatto uso e credo che questi possano essere validi strumenti soprattutto per integrare i post, magari caricando estratti di conferenze o interviste. 

  • Video
    Una delle frontiere del web marketing per il 2013 sembra essere proprio il video. Una forma di comunicazione immediata e diretta che piace molto agli utenti del web per la sua praticità e la capacità di intrattenere. Sfruttarla per realizzare contenuti approfonditi può essere una buona strategia per offrire ai lettori un'alternativa accattivante alla comunicazione tradizionale, incentivando l'interazione con essi.


Letture consigliate

Ancora non siete convinti che la multimedialità dei contenuti sia una buona strategia di web marketing per il vostro sito o blog? Allora leggetevi questo articolo di Millionaire Digitale e vi ricrederete!

E voi, cosa ne pensate?

Quanto spazio date alla multimedialità nei vostri siti o blog? Pensate davvero che questa possa aiutare in termini di coinvolgimento dell'utente e stimolazione delle visite?



8 commenti:

  1. Io punto moltissimo, oltre che sulle parole, sulle fotografie. Secondo me aggiungono significato al post e poi, essendo appassionata di fotografia, spesso sono proprio il punto di partenza dell'intero racconto, per esempio quando illustro un museo o un viaggio. Apprezzo molto i siti curati sia dal punto di vista grafico e fotografico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti le immagini sono molto importanti perché ci consentono di illustrare, anche visivamente, un percorso. Quindi, come dici giustamente tu, possono essere utilizzate anche come punto di partenza per la redazione di un post. Tu, poi, ne fai di molto belle, quindi è un piacere intervallare la lettura per osservarle!
      Grazie, come sempre, per la visita e per aver lasciato un tuo commento! :)

      Elimina
  2. Nel mio blog uso ben poco questo genere di contenuti, ma diciamo anche che forse non è proprio adatto come tema a contenuti multimediali. A dire la verità neanche io sono adatto per pubblicarli, perché preferisco leggere un post che guardare un video. Le infografiche mi hanno incuriosito inizialmente, ma le trovo dispersive, quindi personalmente non mi interessano.
    Le presentazioni sono interessanti, diciamo una via di mezzo fra video e testo :)
    Hai dimenticato di parlare dei file audio ;)
    Tu li hai usati, almeno una volta.
    Faccio uso delle immagini e sto pensando anche di disegnare delle vignette per qualche post, anche se devo studiare bene la cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione: ho dimenticato i file audio! :)
      Appena ho un attimo provvedo ad inserirli in elenco, grazie.

      L'idea di disegnare delle vignette per i tuoi post, come credo di averti già detto, mi sembra interessante. Io, invece, sono molto incuriosita dalle potenzialità dei contenuti multimediali (soprattutto video) e credo che me ne servirò per progetti futuri.

      Elimina
  3. Per i video... probabilmente potrebbero fare anche al caso mio, ma odio essere ripresa, e odio la mia voce registrata... per cui sarà molto, molto dura!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se ti dicessi che ho un'idea in mente da qualche giorno a tal proposito? ;) Aspettati presto una mia email, Chiara! :)

      Elimina
    2. Oh mamma, aiuto!!!! ;)

      Elimina
    3. No, dai, non temere. Non ne hai motivo, anzi, spero ti farà piacere leggerla! ;)

      A presto, Chiara! :)

      Elimina

Caro lettore, commentando dichiari di aver letto e accettato la privacy policy di questo blog.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.